Guardaroba

Come affrontare il cambio di stagione

By 17 Aprile 2020 No Comments

È arrivato il fatidico momento: le temperature sono aumentate, il sole splende nel cielo da giorni e sei alla ricerca disperata di quella canotta carina in fondo al tuo armadio. Come affrontare il cambio di stagione senza uscirne provate e stressate? Ecco i miei consigli:

    1. Svuota il tuo armadio completamente, puliscilo con un detergente multiuso e procedi ad un bel decluttering. Non è necessario eliminare tutto ciò che non si è portato nell’ultima stagione. Il mio consiglio è quello di provare tutti quei capi che non abbiamo indossato di recente e specchiarci. Ci scommetti che troverai qualche capo molto adatto alla tua figura che mai ti saresti aspettata? Conservalo. Se invece non valorizza la tua figura, eliminalo. Puoi decidere di donarlo, venderlo, regalarlo alla mamma o ad un’amica.
    2. Hai pensato che potresti indossare per stare in casa quella t shirt con i gattini o quei leggings un po’ consumati? Dona una seconda vita ai tuoi capi, non buttare ma cerca di riciclare. Oppure, se possiedi una casa in campagna, potresti decidere di lasciare qualche capo a cui sei meno legata in un cassetto della tua seconda casa e ridurrai anche il peso delle tue valigie la prossima volta che viaggerai!
    3. Una volta scelto cosa tenere e cosa eliminare, riponi i capi (rigorosamente puliti) in scatole o contenitori in maniera ordinata e facendo attenzione a possibili pieghe. Il rischio è quello di estrarre fra sei mesi capi con pieghe difficili da eliminare. Io, come ti ho spiegato in questo articolo, utilizzo le scatole con cerniera di IKEA della serie SKUBB. Le trovo molto capienti e con il fondo rigido permettono di disporre tutto in maniera ordinata. Ricordati di inserire all’interno del contenitore dove riporrai i maglioni di lana, un antitarme, meglio se naturale come la lavanda o l’alloro.
    4. Se hai abbastanza spazio, appendi alle grucce tutti quei capi che rischiano di prendere pieghe difficili da eliminare, composti da materiali quali lino, seta, viscosa. Appendi anche tutti i cappotti e le giacche dopo averle lavate. Se non vuoi portarle in tintoria il cappotto che hai messo solo due volte, utilizza un panno imbevuto di acqua e ammoniaca, passalo delicatamente e lascialo asciugare bene all’aria. I capi riposti appesi nel guardaroba è buona norma coprirli con gli appositi copriabiti: eviterai che si riempiano di polvere.
      abiti-appesi-cambio-di-stagione

      In alto gli abiti coperti in attesa della prossima stagione

    5. Quando riponi le borse che usi solo in una determinata stagione, metti un po’ di carta all’interno, per non farle perdere la forma. Fai la stessa cosa per stivali alti e scarpe “morbide”. Le calzature che non puoi lavare in lavatrice, puliscile con una spazzola sempre imbevuta con un po’ di ammoniaca e lasciale ad asciugare all’aperto. Se possiedi scarpe in pelle puoi prendere l’occasione del cambio di stagione per passare un lucida scarpe: torneranno come nuove!
armadio-ordine-organizzato

Ecco il mio armadio

Se applicherai uno o più consigli di quelli che ti ho dato in questo post, vedrai che affrontare il cambio di stagione si rivelerà un gioco da ragazzi perché grazie ad una buona organizzazione, impiegherai molto meno tempo e non ti perderai nessun pezzo per strada. Non vorrai mica trovarti tra le mani quel bellissimo vestitino estivo con i fiori a dicembre in fondo al cassetto!!

Leave a Reply