Si sa, l’arrivo di un figlio rivoluziona la vita. Cambiano le abitudini, gli orari, cambia tutto. All’improvviso anche farsi una semplice doccia può diventare un’impresa e va programmata.

I primi giorni a casa, dopo l’ospedale, sono pieni di emozioni, di insicurezze, di paure e l’ultimo nostro pensiero è rivolto alla casa. Se siamo fortunate, la nostra mamma o la suocera ci aiutano con i pranzi e le cene, le lavatrici…ma un po’ di disordine è inevitabile. Lasciate perdere: in quel momento l’unica cosa che conta siete voi e il vostro bambino, godetevi quelle magnifiche sensazioni e dimenticatevi dei pavimenti sporchi, della montagna di panni da stirare e della lavastoviglie da svuotare.

Passato il periodo di assestamento scoprirete di possedere molti super poteri!! Quante cose ora riuscite a fare con una mano sola? Non sottovalutate nemmeno i piedi, in particolare l’alluce: io lo usavo per cambiare canale alla TV mentre allattavo. Siete diventate campionesse olimpioniche nel vestirvi, truccarvi, pettinarvi, e mangiare in 5 minuti netti. E allora perché non sfruttare questi super poteri anche per gestire la casa con un neonato?

Nulla (forse) sarà fatto come prima, con la stessa cura e attenzione: i ritmi sono serrati e il tempo troppo poco, per non parlare della stanchezza. Ecco allora che voglio condividere con voi quali sono i miei consigli per gestire la casa con un neonato (Baby E. ha quasi 6 mesi), senza rinunciare al sonno o a prendersi un po’ di tempo per se stesse.

  • Avere una routine: le giornate sono scandite dalle poppate, dai cambi del pannolino, dai momenti di sonno. Per avere bambini felici e rilassati è fondamentale dar loro una routine piuttosto regolare ed evitare di scombussolarli. La routine del vostro bambino sarà fondamentale anche per voi: riuscirete a capire i momenti in cui potrete occuparvi delle faccende e quindi a pianificarle. Evitate di sovraccaricarvi: una lavatrice oppure la pulizia dei sanitari. Io ad esempio metto baby E. a letto verso le 21 e mi tengo un’ora o due al massimo per riordinare casa, dopodiché vado a letto.
  • W il decluttering: eliminate il superfluo e circondatevi solo del necessario. Via i mille soprammobili da spolverare, regalate i vestiti che non mettete da anni e fate spazio a tutto ciò che inevitabilmente porta la presenza di un neonato (culla, seggiolone, giochi, ecc.).
  • Piccoli aiutanti: no, non intendo che un neonato debba aiutarci con i lavori domestici, per quello c’è tempo. Mi riferisco al regalo più azzeccato di sempre: Tata Mia follow me di Peg Perego. Si tratta di un seggiolone/sdraietta che può essere utilizzato fin dai primi mesi di vita del bambino ed è dotato di quattro fantastiche rotelle! Mi basta mettere Baby E. seduta con qualche pupazzetto e spingo Tata Mia in giro per casa: lei mi guarda incuriosita e io intanto rifaccio il letto, pulisco il bagno, passo l’aspirapolvere…se è un po’ irrequieta mi metto a canticchiare qualche canzoncina finché non crolla. A quel punto reclino lo schienale e lei dorme beatamente!
Tata Mia Follow me di Peg Perego

Questi sono i miei consigli che io stessa metto in pratica tutti i giorni per gestire la casa con un neonato. E voi, come vi siete organizzate?

 

 

Leave a Reply